Come il nome suggerisce, il cuore di una bici elettrica è proprio il suo motore, che le permette di funzionare correttamente. Ti sei mai chiesto come funziona il motore? Scopriamolo insieme.

Motore e prestazioni

In base al motore, cambierà anche la potenza della tua nuova bici elettrica. In generale, tutti i modelli di bici elettrica dispongono di un motore dalla potenza nominale inferiore ai 250 W.

L’indicazione della potenza è poi collegata al voltaggio della batteria della bici, perciò queste informazioni saranno riportate sulla scheda tecnica del prodotto in un formato come il seguente: 250W/24V, oppure 250W/36V.

Un altro elemento da non dimenticare è che una bici elettrica può raggiungere al massimo di 25 km/h di velocità. Una volta raggiunto questo limite, il motore si arresterà automaticamente, e non potrai più continuare a pedalare. La bici, ovviamente, continuerà a muoversi, ma non potrai tornare ad agire con la forza delle gambe fino a quando non tornerai al di sotto di questo limite.

Per quanto riguarda le tipologie di motore per bici elettrica, sul mercato ne troverai due diverse: i motori brushed, ovvero a corrente alternata nonché i più obsoleti e pesanti, e i brushless, che sono invece i motori a corrente continua, che risultano ovviamente più leggeri e performanti.

Il motore è in genere posizionato sul mozzo anteriore della bici elettrica, ovvero al centro della ruota, dove convengono i raggi). Vi sono però modelli sui quali il motore è montato in posizione centrale, quindi sul perno dove si innestano i due pedali.

Capire come funziona il motore di una bici elettrica è un ottimo modo per orientarsi nella scelta di un nuovo modello. Adesso che ne conosci tutti i segreti, è sicuramente più facile comprendere che cosa ti aspetti dalla tua nuova bici elettrica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.